ALBERTO BREGANI
Ideatore e coordinatore del Parco Fotografico Trentino

Profilo breve
Fotografo, scrittore, comunicatore per professione, compositore e pianista per hobby, Alberto Bregani (1962) è considerato tra i più puri e validi interpreti della fotografia di paesaggio e di montagna in bianco e nero. Figlio d’arte (il padre Giancarlo fu alpinista, scrittore, musicista, documentarista di montagna con premi cinematografici e letterari) è cresciuto a Cortina d’Ampezzo, nel cuore delle Dolomiti. Realizza progetti di fotografia e comunicazione per il territorio, per aziende e istituzioni.

Accademico del GISM, Gruppo Italiano Scrittori di Montagna, prima di dedicarsi totalmente alla fotografia, si è occupato a lungo di turismo montano e di comunicazione digitale (Premio “Cultura di Rete” nel 2000, nell’ambito della Targa d’Oro per la Comunicazione pubblicitaria, “per aver particolarmente contribuito a dare valore aggiunto alla cultura digitale in Italia).

Molto apprezzato per le sue originali conferenze, che spaziano dalla filosofia, alla letteratura, alla musica, ruotando intorno alla fotografia, dedica molta parte del suo tempo all’attività di formazione attraverso la sua scuola di fotografia di montagna in bianco e nero – prima in Italia – che ha sede permanente a Madonna di Campiglio.

Nel maggio del 2017 è uscito il suo secondo  libro “La montagna in chiaroscuro. Piccolo saggio sul fotografare tra cime e sentieri” (Ediciclo Editore) a lungo tra i best seller su Amazon nella categoria “letteratura di viaggio”.

Vive con la famiglia tra Milano e Madonna di Campiglio

Sito ufficiale
albertobregani.com

Annunci